fbpx

Antipioggia da Moto: Guida e consigli su quale scegliere

tuta antipioggia moto

Il clima di oggi si sa, è sempre più instabile ed in moto è facile durante un viaggio o una semplice uscita passare dal sole al temporale in poco tempo, dovendo proseguire per svariati motivi.
Alcuni potrebbero dire, Motociclista bagnato motociclista fortunato?  Non credo che il proverbio valga anche per i sostenitori delle due ruote a motore… 
La cosa più fastidiosa è dover continuare a guidare e ritrovarsi completamente bagnati dopo poco,con il rischio di ammalarsi in breve tempo.
Come se non bastasse in quelle condizioni diminuisce sia la capacità di concentrarsi ed eseguire manovre, come la guida della moto stessa, pertanto è fondamentale dotarsi di un valido antipioggia da moto, o per lo meno individuarne uno dal buon rapporto qualità prezzo.

Gli antipioggia da moto più economici, spesso, oltre ad essere poco traspiranti, vestono molto larghi. Dunque, oltre a non essere belli da vedere, sono soggetti a fastidiosi svolazzamenti durante la marcia.
Un buon prodotto deve avere un’ottima vestibilità ed essere confortevole…per questo è importante valutare il materiale con il quale è realizzato, come ad esempio il nylon di alta qualità.

Personalmente trovo più pratici gli spezzati giacca-pantalone antipioggia (più comodi da mettere e togliere rispetto alla tuta antipioggia da moto intera) che spesso sono realizzati in colorazioni fluo per una maggiore visibilità, necessaria soprattutto durante un temporale. 

Come scegliere un buon antipioggia da moto?

Un buon antipioggia da moto, che sia una tuta intera o un antipioggia divisibile, deve necessariamente avere determinate caratteristiche.
Ecco quelle che vi consigliamo di non trascurare:

  • Il collo, innanzitutto, deve poter essere regolato per tenerlo ben stretto per evitare che si infilitri l’acqua che scivola dal casco.
  • I polsi vanno protetti sia dai guanti che dall’antipioggia, e vanno in qualche modo incastrati l’uno con l’altro (guanti sopra o sotto); l’acqua che scende dalle braccia potrebbe entrare e molto dipende dalla posizione che si tiene durante la guida (che dipende chiaramente dal tipo di moto).
  • L’Inguine è molto delicato perché con forti acquazzoni si rischia di star seduti su pozze d’acqua che si formano sulla sella;è molto importante quindi, che le cinture siano nastrate.

Abbiamo provato i prodotti Tucano Urbano sia per viaggi nei weekend, sia per viaggi più lunghi che siano in Italia ed Europa, ed abbiamo constatato che per questo genere di utilizzo, hanno un ottimo rapporto qualità prezzo!
Qui di seguito troverete i capi antipioggia da moto che vi consigliamo.

Antipioggia moto: il nostro mix consigliato

  • Antipioggia da moto con giacca e pantalone separati modello ‘Nano rain plus’:
    Esterno in nylon traspirante in grado di sopportare una pressione pari a 5000 mm di colonna d’acqua.
    Cuciture nastrate e cappuccio ergonomico ripiegato nel collo, vestibilità garantita grazie alla regolazione su polsi, fianchi e fondo gamba.
    Entrambi forniti in sacchetto di minimo ingombro  per riporlo nel sottosella/valigie  (Prodotto  EN 14360:2004 – RAIN TOWER TESTED )
  • Guanti impermeabili da moto modello ‘Modello Gordon Nano Plus’: Utilizzabili come sovraguanti, esterno in nylon con fodera in poliestere HYDROSCUD, ovvero membrana interna 100% impermeabile e traspirante.
    Inserti rifrangenti lungo il lato esterno (mignolo compreso) per l’alta visibilità, interno dita giallo fluo , polso con regolazione elastica, compatibile con touch screen.
    Forniti in confezione a bustina di minimo ingombro, con moschettone d’aggancio.
  • Copriscarpe antipioggia Nano Plus:
    Impermeabili e supercompattabili, in nylon 210/420 spalmato.
    Dotate di cerniera laterale con trappola impermeabile.
    Cuciture nastrate e suola in gomma antiscivolo, regolazioni alle caviglie ma soprattutto rinforzo per il cambio sul sinistro.

Le nostre considerazioni finali

Come detto inizialmente, un equipaggiamento così è valido sia in ambito cittadino e allo stesso tempo capace di fornire la necessaria impermeabilità nel corso di lunghi trasferimenti, come abbiamo avuto modo di testare durante questa estate trascorsa in giro per l’Italia, dove spesso, a causa del clima instabile ci siamo trovati a fare i conti con la pioggia e dovendo proseguire il viaggio.

Il risultato finale è stato molto soddisfacente, in quanto anche dopo aver viaggiato per quasi tre/quattro ore sotto la pioggia (non con fortissimi acquazzoni…in quel caso è sempre consigliabile fermarsi), all’arrivo, gli abiti sotto risultati asciutti.


Segui anche i nostri profili @Assettomoto.it e @Assettomoto.it_Bikertravel su Instagram e Facebook per non perdere i nuovi articoli.

Lascia un commento e condividi questo articolo con tutti i tuoi amici.

Non perderti, inoltre, le altre sezioni del sito ricche di consiglinewsrecensioni, e la nostra nuova sezione Attività.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

One thought on “Antipioggia da Moto: Guida e consigli su quale scegliere

  1. Porto la mia esperienza relativa al completo antipioggia sempre TUCANO URBANO, ma modello DILUVIO PRO, anch’esso con tecnologia Hydroscud. Ho acquistato questo completo alla cifra di E. 100 per il viaggio a Nordkapp; unico difetto rilevato: nonostante le cuciture nastrate internamente, nelle giornate di pioggia intensa, sull’inguine l’acqua permea, inzuppando i pantaloni. Ad onor del vero devo rilevare che la tecnologia Hydroscud è ottimale per le giornate di pioggia intermittente, il suo essere impermeabile ma allo stesso tempo traspirante permette di non dover mettere e togliere in continuazione il completo perché al contrario della classica incerata, con l’uso prolungato non si forma umidità o condensa. Altro punto a suo favore l’ottima qualità degli elastici ai polsi e al collo. Un acquisto che rifarei, ne sono nel complesso soddisfatto.
    Edo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

seguici su instagram assettomoto