fbpx

Assicurazione obbligatoria moto ferma e sospensione, facciamo chiarezza

Dal 23 dicembre 2023 è entrata in vigore la nuova legge che prevede l’assicurazione obbligatoria per i veicoli fermi, e quindi anche per le moto. Questo fatto ha seminato il panico fra i motociclisti generando molte domande in merito. È obbligatoria l’assicurazione per la moto ferma nel box privato? Devo assicurare la moto che uso per la pista? Posso ancora chiedere la sospensione dell’assicurazione della moto?
Facciamo un po di chiarezza analizzando la nuova legge e vedendo da dove nasce questa modifica.

assicurazione obbligatoria moto auto e veicoli fermi nel box

Da cosa nasce la nuova legge? 

Prima di analizzare la nuova legge, cerchiamo di capire da dove nasce questa modifica.
Con la vecchia legge accadeva che in alcune aree comuni, come il parcheggio di un condominio, fossero presenti veicoli non assicurati.
Prendiamo come esempio proprio il parcheggio di un condominio. Il problema si presentava quando in caso di manovra, uno di questi veicoli causava un incidente.
Si sono verificati molti incidenti di questo tipo, creando danni soprattutto a bambini che vista l’altezza ridotta, non erano visibili durante la manovra.
Senza la presenza di un’assicurazione, quindi, nascevano dei problemi sul risarcimento dei danni causati.


Clicca qui sotto le icone dei social per seguire i profili di Assettomoto!


Cosa dice la nuova legge sull’assicurazione obbligatoria

Proprio per ovviare al problema appena descritto, il decreto legge n.184/2023 introduce l’assicurazione obbligatoria anche per auto, moto ed altri veicoli fermi.
Come sempre, però, la legge richiede una sua interpretazione e non è mai chiara al 100%, generando così mille dubbi e pareri contrastanti.

I veicoli interessati sono:

  1. 1.1 Quelli a motore azionato esclusivamente da una forza meccanica che circola sul suolo ma non su rotaia, con una velocità di progetto massima superiore a 25Km/h
    1.2 oppure con un peso netto massimo superiore a 25kg e una velocità di progetto massima superiore a 14Km/h
  2. qualsiasi rimorchio destinato ad essere utilizzato con un veicolo di cui al numero 1), a prescindere che sia ad esso agganciato o meno.

Rimangono esclusi per ora:

  • i veicoli elettrici (che dovranno essere individuati entro 90gg dall’entrata in vigore)
  • i veicoli che hanno una diversa destinazione d’uso, come ad esempio quelli destinati all’esposizione o per produrre energia.

Analizzando il testo del decreto, troviamo che sono soggetti i veicoli appena citati anche se posti su “terreni soggetti a restrizioni”.
Questo potrebbe essere il caso in cui siano posti su un parcheggio condominiale, garage condivisi o comunque in un luogo dove possono creare danno a terzi (altri condomini che sono autorizzati a circolare in queste aree con restrizioni).
Rimane una domanda, l’assicurazione è obbligatoria anche per la moto posta nel box privato?


Assicurazione moto ferma in box, è obbligatoria?

Come detto poco fa, il decreto parla di terreni soggetti a restrizioni, ovvero luoghi in cui possano circolare terzi.
Analizzando bene la cosa, possiamo dire che non è il caso di un box privato, o di un terreno privato, nel quale nessuno a parte noi, hanno la possibilità di accedervi.

Quindi, è obbligatoria l’assicurazione per la moto ferma nel box? No!
Se il box è privato e non da la possibilità a terzi di accedervi non c’è la possibilità di creare danni a chi non è autorizzato, a differenza di un parcheggio condominiale, appunto.

Possiamo dire che la stessa cosa vale per un giardino privato, ad esempio il cortile di una villa indipendente. Anche in questo caso non c’è il rischio che terze persone transitino ed il veicolo diventi un pericolo per loro.

Sospensione assicurazione moto, è ancora possibile?

Buone notizie, la sospensione dell’assicurazione della moto è ancora possibile, così come per gli altri veicoli.
La sospensione dell’assicurazione può essere richiesta più volte l’anno secondo le modalità previste dalla vostra compagnia. Cambiano solo le tempistiche per la richiesta.

La richiesta di sospensione dell’assicurazione deve avvenire con un preavviso di 10 giorni per un massimo di 10 mesi l’anno.
Per i veicoli storici, invece, il preavviso è di 5 giorni ed un massimo di 11 mesi l’anno.


Cosa ne pensi di questa nuova legge? Hai qualche moto ferma nel box e non sai se devi assicurarla? Lascia un commento sul post che trovi sul profilo Instagram cliccando qui.
Iscriviti anche al canale privato di Instagram e su Telegram per rimanere sempre aggiornato sui nuovi articoli e per supportare la creazione di nuovi contenuti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

seguici su instagram assettomoto