fbpx

Yamaha R7 2021, la “media” tutta nuova

nuova yamaha r7 2021

Da Iwata hanno sfornato una nuova supersportiva di media cilindrata, la tanto attesa Yamaha R7 2021.
Il suo scopo è quello di attirare i giovani motociclisti e tutti quelli che cercano una moto aggressiva ma allo stesso tempo poco impegnativa.
Vediamo nel dettaglio le caratteristiche e la scheda tecnica nella nuova R7.

Il motore della nuova Yamaha R7 2021

La nuova Yamaha R7 2021 è spinta dal motore CP2 di 689cc, lo stesso montato sull’MT07 e conosciuto per la sua vivacità e la sua grinta.
I cavalli erogati sono 73,4cv a 8750 giri/min ma il dato che balza all’occhio è la coppia.
Grazie alla fasatura a 270° con scoppi irregolari, infatti, la coppia massima generata dal bicilindrico della nuova Yamaha R7 è di ben 67Nm a 6500 giri/min.

Il cambio marcia avviene in modo fluido e preciso grazie alla frizione antisaltellamento A&S, mentre fra gli optional possiamo trovare il cambio Quick Shift System in salita.
È disponibile anche la versione depotenziata della nuova Yamaha R7 2021 ed in questo caso la potenza scende per ovvie ragioni a 35KW (47,6cv) a 7750 giri/min.

Non sono stati previsti aiuti elettronici, ma a dirla tutta, non ne vediamo il bisogno vista comunque la potenza contenuta e la linearità di questo motore.

Ciclistica e freni di alto livello

Passiamo alla ciclistica.
Qui troviamo elementi di alto livello, a partire dal nuovo telaio, rivisto in alcuni punti e con l’aggiunta di un rinforzo centrale.
La forcella a steli rovesciati da 41mm è firmata KYB ed è completamente regolabile nel precarico, nell’estensione e nella compressione.
Stesso discorso al posteriore, dove è presente un mono ammortizzatore anch’esso regolabile e marchiato KYB.

La posizione in sella della nuova Yamaha R7 2021 risulta meno estrema rispetto alla sorella maggiore R1, ma più sportiva della più piccola R3. Un bel compromesso insomma fra sportività e comodità.

Come per le sospensioni, anche i freni della nuova Yamaha R7 2021 sono di altissimo livello per una “media”.
All’anteriore i due dischi freno da ben 298mm sono morsi da pinze radiali a 4 pistoncini, azionate da una pompa freno anch’essa di tipo radiale e firmata Brembo.

Design e prezzo

Dalle sorelle della serie R, la nuova Yamaha R7 2021 eredita il look aggressivo, accentuato dai gruppi ottici a led “twin-eye”.
Il suo tratto caratteristico, però, lo troviamo all’interno della presa d’aria frontale. Al centro di quest’ultima infatti è stato inserito un nuovo faro a led.

Probabilmente non sarà amato dai puristi della serie R, ma di certo è un tocco di stile che farà riconoscere immediatamente la nuova Yamaha R7.

Arriviamo al dato forse più importante. Quanto costa?
Il prezzo della nuova Yamaha R7 non è ancora stato annunciato. Per rimanere in linea alle dirette rivali, si presume sarà attorno agli 8500€.
Se fosse così, il suo rapporto qualità-prezzo potrebbe dare del filo da torcere alle avversarie.

Seguiteci sul nostro profilo Instagram  @assettomoto.it  per essere aggiornati non appena ci saranno delle novità.
Trovate tutti gli altri social qui sotto, seguiteci e supportateci con un like se vi va.


Volete comparire nel nostro Social Wall e su @assettomoto_social_wall?
Trovate tutte le info cliccando qui.
Date un occhio anche alle altre sezioni del sito ricche di  consiglinewsrecensioni, e la nuova mappa interattiva con le attività in moto che potete fare sul territorio italiano.


©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

seguici su instagram assettomoto