fbpx

Termocoperte da moto: come funzionano e quali scegliere

Capit Maxima e Capit Suprema
© Capit

Come funzionano le termocoperte da moto? Quali termocoperte da moto scegliere? 
Nell’articolo risponderemo a queste e ad altre domande; vedremo anche le caratteristiche di uno dei modelli più richiesti del marchio Capit

Prima di cominciare però, vi ricordiamo come sempre di seguire il profilo Instagram cliccando qui, e iscrivervi al canale Telegram di Assettomoto.

Clicca qui sotto le icone dei social per seguire i profili di Assettomoto!


Come funzionano le termocoperte da moto?

Partiamo con una breve spiegazione di cosa sono le termocoperte da moto.
Si tratta di un dispositivo formato da diversi materiali ignifughi disposti come una sorta di sandwich. Al loro interno viene inserita una serpentina riscaldante disposta in un modo ben preciso, con lo scopo di scaldare le gomme e mantenerle calde mentre la moto rimane ferma.

Poiché ogni gomma ha caratteristiche diverse, la presenza di un termostato permette di regolare la temperatura ottimale.

I sensori posti all’interno delle termocoperte, invece, hanno il compito di mantenere costante la temperatura delle gomme attivando o disattivando il riscaldamento della serpentina.

In commercio esistono moltissime termocoperte di vari tipi e prezzi ma fate attenzione, è bene scegliere le termocoperte da moto con cura e non andare troppo “al risparmio”. 

Delle termocoperte scadenti possono creare seri danni e gravi incidenti come gli incendi accidentali.

Termocoperte da moto Capit
© Capit

Come si montano le termocoperte da moto?

  1. Partiamo col fissare la prima estremità delle termocoperte all’interno del cerchio usando le apposite stringhe.
    Fate attenzione che la zona a contatto con la gomma sia quella corretta e che la termocoperta avvolga bene l’intera superficie della gomma.
  2. Facendo girate la ruota e mantenendo la termocoperta aderente alla gomma, continuate a coprire tutta la superficie fino a coprirla per l’intera circonferenza.
  3. Si fissa l’altra estremità della termocoperta, si attacca la spina e si seleziona la temperatura desiderata.

Ricordatevi di spegnere le termocoperte una volta rimosse dalle gomme. Non lasciatele sempre accese!

Termocoperte da moto Capit
© Capit

Quali termocoperte acquistare? Capit SUPREMA

Se state pensando a quali termocoperte scegliere, vi consigliamo di valutare l’acquisto delle termocoperte Capit Suprema, ideale sia per i piloti amatoriali che per quelli professionisti.

Le termocoperte Capit Suprema sono confezionate con materiali Made in Italy in grado di durare nel tempo.

Si tratta di materiali tecnologici e all’avanguardia, che garantiscono la diffusione omogenea del calore e l’eventuale dispersione all’esterno: in soli 50 minuti si raggiunge la temperatura di 85°C/90°C.

Per i più esigenti c’è la versione VISION che permette di visualizzare e cambiare la temperatura a seconda delle necessità, in base ad un piccolo e robusto Controller posto direttamente sulla termocoperta.

Sia Suprema Spina, sia Suprema Vision sono dotate di un cavo esterno di connessione in gomma speciale concepito per resistere alle alte temperature accidentali causate, ad esempio, dalla marmitta o dal disco dei freni.

Queste speciali termocoperte sono garantite 3 anni e vendono vendute già provviste di borsa per il trasporto.

Termocoperte da moto
© Capit

Per qualsiasi altra info più specifica riguardo questo modello, e gli altri presenti nel catalogo Capit, vi consigliamo di scrivere una mail direttamente a sales@capit.it.


Date un occhio anche alle altre sezioni del sito ricche di consiglinews e recensioni e seguiteci su tutti i social, cliccate sulle icone qui sotto per vedere i nostri profili.

Clicca qui sotto le icone dei social per seguire i profili di Assettomoto!


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

seguici su instagram assettomoto